Tutte le macchine al potere

“risolvere captcha per vendere pillole blu ci sta avvicinando all’intelligenza artificiale molto piú dell’istituzione di un faraonico x prize”

Tuttavia sfugge perché questa sia una buona cosa. Intendo dire, l’interpretazione anarco-capitalista del progresso scientifico – “la concorrenza tra gli interessi economici, e non l’amore del sapere, è il motore della ricerca” – è corretta sul piano descrittivo, ma a meno di essere un esteta del progresso (le progrès pour le progrès) il risultato mi pare piuttosto da incubo. La fantascienza ci avverte da mezzo secolo: diffidate dalla macchina intelligente. E noi ci esaltiamo pensando a dei potentissimi androidi spammer? Certo, la tecnologia del riconoscimento visivo potrebbe permettere di guarire la cecità; ma a che pro vedere, per poi passare il tempo a cancellare mail inutili?

Post collegati