Esserci

Ascolto questo spiritual bellissimo, celebre nella versione di Johnny Cash: “Were you there when they crucified my Lord?” Fa pensare a chi ti chiede cosa stavi facendo quando hai appreso delle torri di New York, tu dici “bah ero a casa e mi è arrivato un sms”, e io immagino la stessa scena duemila anni fa; con Gesù Cristo.

In realtà quella domanda riassume con giusta forza il problema della responsabilità, che è appunto un esserci. La domanda sulla presenza non riguarda più la fruizione dell’evento, ma la propria partecipazione all’evento. Se qualcosa è accaduto e tu non c’eri, significa che hai lasciato che accadesse. La domanda ricorda a ogni cristiano appunto questo: che ognuno ha lasciato che venisse ammazzato il Signore, e quindi ognuno è colpevole (è uno dei due nodi teorici del film di Mel Gibson; l’altro essendo la regressione etimologica sul concetto di Passione).

L’ esserci potrebbe quindi bastare a fondare un’etica, essenziale quanto inderogabile. I processi non riguarderanno la presenza dell’imputato sul luogo del crimine; ma la sua assenza.

Post collegati
Il disertore ⨯
Passioni ⨯