L’arte visibile

Ultimamente ho letto molti fumetti, riprendendo un filo che avevo interrotto qualche anno fa. Nel frattempo l’arte invisibile di cui parlava Scott McLoud è diventata fin troppo visibile…  Di ritorno dal festival di Angoulême (vinto da un libretto docile e noioso) colgo l’occasione per fare una piccola lista di titoli recenti che mi hanno colpito. Consigliati a chi già manda a memoria i nuovi classici — Daniel Clowes, Chris Ware, Charles Burns, Joann Sfar, ecc. — e ne ha anche un po’ abbastanza; a chi cerca fantasia e invenzione, divertimento, sorpresa, ma per carità niente struggenti saghe familiari premiate da Time Magazine.