La favola delle api

Questa fotografia è stata scattata oggi a Roma, durante la manifestazione degli Indignati. Sul cartellone, una citazione esplicita dal film Network (1976) di Sidney Lumet: Sono incazzato nero e tutto questo non lo accetterò più! Citazione interessante, poiché prende alla lettera quella che nel film era una caricatura, una chiara denuncia del mercato dell’indignazione. A pronunciarla nel film è una specie di Beppe Grillo ubriacone, manovrato dagli azionisti di un grande canale televisivo.

Oltre a essere sorprendentemente profetico, Network mente in scena alcuni paradossi dell’industria culturale. Il film, sceneggiato da Paddy Chayefsky, racconta del conflitto tra vecchia industria culturale, posizionata su valori conservatori e tradizionalmente “borghesi”, e nuova industria culturale, impegnata nel recupero spettacolare di ogni radicalismo. Di questa trasformazione l’anno 1976 è stato piuttosto rappresentativo, segnando inoltre l’esplosione del fenomeno Sex Pistol — e contemporaneamente l’inizio di un trentennio di crescita economica dopata in ugual modo dal debito e dal consumismo critico. Il brand V for Vendetta – © Time-Warner celebrato in tutte le ultime manifestazioni di piazza, in tutto il mondo — è l’ultimo e più interessante prodotto disponibile sul mercato.

Mentre scrivo queste righe, la manifestazione di Roma sta degenerando, ma va tutto bene: cinque macchine bruciate, in fondo, fanno cinque macchine vendute, un sacco di materiale audio-video da vendere alle tv, traffico su Internet… Un vero toccasana per l’esangue economia italiana, e magari un’originale fonte di finanziamento per il movimento. Bernard de Mandeville, che scriveva pressapoco la stessa cosa a proposito delle navi per illustrare i principi dell’economia di mercato, avrebbe approvato.