Il comunicato

La sua anima é separata dal corpo, nascosta all’interno di un ago, che è in un uovo, che è in un’anatra, che è in una lepre, che si trova in una cassa di ferro, che è sepolta sotto un albero di quercia verde, che si trova sull’isola di Buyan, nell’oceano.
Dalla leggenda di KaÅ¡ej l’Immortale.

In settimana hanno circolato voci sulla cessione da parte del gruppo RCS dell’editore francese Flammarion, causando un certo panico nell’ambiente e uno splendido valzer di smentite. Ancora più splendido tuttavia é il comunicato apparso oggi sul Corriere della Sera, che in sostanza conferma le voci ma in pratica aggiunge nuove sfumature al concetto di “giro di parole”. Secondo il quotidiano del gruppo, il Comitato Esecutivo di RCS ha deciso di

procedere al rilascio di un mandato per lo svolgimento di una preliminare attività di ampia ricognizione circa la sussistenza di manifestazioni d’interesse in merito ad asset che non fossero ritenuti strettamente ricompresi nel core business (inclusa Flammarion) e ad asset non strategici.

Il titolo dell’articolo sul Corriere — “RCS : mandato a vendere Flammarion” — guasta tutta la delicata poesia del comunicato, che riesce a incastonare ben otto livelli di attenuazione: uno dentro all’altro come i sogni di Inception o l’anima di KaÅ¡ej l’Immortale.  Giuro, li ho contati. Se isoliamo ognuno di questi livelli per comprendere la struttura del comunicato, il risultato é vertiginoso:

1. Procedere al…
2. rilascio di un mandato per…
3. lo svolgimento di…
4. una preliminare attività di…
5. ampia ricognizione circa…
6. la sussistenza di manifestazioni di…
7. interesse in merito ad…
8. asset che non fossero ritenuti…

Un novello Zenone potrebbe concludere che, sebbene RCS si avvicini sempre di più a vendere Flammarion, questa non verrà mai venduta, perché lo spazio tra il punto di partenza e il punto d’arrivo é segmentabile all’infinito. In effetti potremmo mescolare o moltiplicare i vari accorgimenti utili ad attenuare il contenuto del comunicato, o programmare un computer perché generi il nostro comunicato con il numero di livelli adeguato alla delicatezza della faccenda. Nove basteranno? O meglio quindici, venti, cinquanta? Chiameremo questo numero il grado eufemistico. Per ottenere un grado infinito, dovremmo disporre i livelli in maniera ricorsiva, così da ottenere un comunicato infinitamente eufemistico. Un comunicato che non comunica alcunché ; insomma il comunicato perfetto.

1. Procedere al…
2. rilascio di un mandato per…
3. lo svolgimento di…
4. una preliminare attività di…
5. ampia ricognizione circa…
6. la sussistenza della possibilità di…
1. procedere al…
2. rilascio di un mandato per…
3. lo svolgimento di…
4. una preliminare attività di…
5. ampia ricognizione circa…
6. la sussistenza della possibilità di…
da capo

L’idea é così affascinante che sto valutando di riflettere alla possibilità di raccogliere del materiale per iniziare a scrivere quello che potrebbe diventare, eventualmente, un post.