bovarismo nell'epoca della sua riproducibilità tecnica



Once upon a time, in Nazi occupied France

Le Bovaries del nostro tempo s’indignano con poco (complice un articolo insolitamente demagogico del Post) ed è subito isteria collettiva: “vogliono farci pagare cari i libri e la cultura” con “una norma che pagheranno i lettori“, “una legge anti-Amazon dunque degna di uno stato dittatore dei Caraibi“, per “ammazzare i libri“, perché “l’ignoranza è forza”. Qualcuno offre di più?

Intanto, ho ricevuto il cartoncino d’invito per il salone del libro che si terrà la settimana prossima nella capitale di uno staterello dittatoriale dei Caraibi: un odioso inno alla barbarie.



Pubblicità Progresso

Basta promuovere la lettura! Lo sapevate che leggere rende ciechi? Che la biblioteca di Hitler era tra le più fornite? Mentre Dahlgren prepara la campagna televisiva, eccovi i manifesti promozionali.