Madonna nell'epoca della sua riproducibilità tecnica



Gepiù

A proposito di paradossi del restauro, autenticità, censura, propongo tre giochi da fare in spiaggia. Per iniziare, il classico “trova il dettaglio mancante”. Un indizio: l’aureola punzonata che galleggia a mezz’aria.

A questo punto, ristabilite la cronologia e associate ogni intervento al suo autore.

INTERVENTO

A) Maria Maddalena senza attributi: eliminazione del bambino, modificazione del colore dell’abito della donna da azzurro a rosso.

B) Maria Maddalena con in mano un vaso d’unguento.

C) Vergine con bambino: eliminazione del vaso d’unguento, aggiunta del bambino, modificazione del colore dell’abito della donna da rosso ad azzurro.

AUTORE

1) Anonimo medievale.

2) Lippo Memmi nel quattordicesimo secolo.

3) Restauratori nella seconda metà del Novecento.

Infine, stabilite con parole vostre che cosa sia un originale, e perché dovremmo preferirlo al geniale esito di un restauro delirante. Lasciano mano libera a questi adorabili depravati, convinti di lavorare in nome dell’autenticità, e poi se la prendono con Leone III Isaurico, i fratelli Chapman e Rauschenberg!



La vergine impassibile

C’è poi quella faccenda dell’esteticamente corretto, per cui oggi dobbiamo – a costo di apparire passatisti – preferire Baudelaire a Hugo, o Gauguin a Bouguereau. Ma qui non temiamo il fantasma del kitsch, anzi ci piace frequentarlo di tanto in tanto. Se Ottocento dev’essere, che lo sia davvero: e basta con le pallide imitazioni dell’avvenire delle quali la storiografia popola il passato, per costringerci a credere nel destino. Così potremo forse apprezzare, nell’opera di William Adolphe Bouguereau, accanto a notevoli orrori almeno un capolavoro: la Mater afflictorum che accoglie i corpi morti della moglie e del figlio del pittore. Impassibile come il dipinto che la raffigura, forse per non guastare la messa in piega bizantina. L’ultimo capolavoro cristiano dell’Occidente, forse; e un’ironia macabra e dolorosa – in quel gioco tra le due e le tre dimensioni – che nemmeno il Cristo giallo.

La Vierge Consolatrice


La Madonna nella macchina per scambiarsi i cervelli

Cosmé Tura, La Madonna nella macchina per scambiarsi i cervelli

Post collegati
Gepiù ⨯