la fine dei tempi nell'epoca della sua riproducibilità tecnica
LINKS



Frenulo in Giro

Il ¬ę¬†Fig (Frenulo in Giro)¬Ľ √® un vecchio quaderno di 232 pagine, a righe, con la copertina blu. Serve a raccogliere racconti, aneddoti, proverbi, poesie, fotografie, disegni, scontrini, biglietti, insetti, impronte digitali, capelli, collage, etichette, foglie secche, macchie di cibo o di vino, bruciature di sigaretta, fotocopie di verbali, multe, testamenti, copertine di dischi, la medagliette del vostro cane e tutto quello che vi viente in mente e che si pu√≤ attaccare a una pagina.

Intanto, ci siamo iscritti

Post collegati
Nessun post collegato




Usi e costumi del popolo eschimese

The Residents – Eskimo (1979/2003)

Nel 1979 qualcuno si occupava di traghettare la musica pop verso la propria negazione, compiendone invece il destino implicito. Nel frattempo, altrove, usciva un disco che poco o nulla aveva a che fare con la Storia (o meglio, con la storiografia, che ipostatizza le sue narrazioni condannando ai margini le anomalie). Era il 1979, ma in un’altra dimensione. Era il 1979 di Eskimo.

I Residents almeno un capolavoro “concettuale” lo avevano gi√† registrato (quel Third Reich & Roll che dirottava vent’anni di musica di consumo in uno straziante amalgama sonoro concentrazionista), e ancora uno li attendeva (le quaranta canzoni pop da costruire sottoponendo a triplo loop i jingle da un minuto del Commercial Album): ma in un modo o nell’altro, Eskimo √® assurto a loro disco simbolo. La storia del concept √® presto detta: si tratta di un disco dedicato agli usi e costumi del popolo eschimese, ispirato agli scritti e alle fotografie del misterioso N. Senada, gi√† loro mentore spirituale in altre deliranti manovre pseudo-situazioniste (tipo registrare un disco e pubblicarlo solo anni dopo, in tributo all’oscura teoria dell’oscurit√†).

Eskimo √® una specie di folle noise punk new age world music, con strumenti tradizionali distorti, echi e lamenti, che si conclude in elegia no-global per un popolo che l’Occidente ha, ancora una volta, salvato e devastato (qui i testi). La notizia comunque non √® questa: la notizia √® che √® uscito un dvd che ripropone il disco in questione corredandolo con uno slide show che da un corpo narrativo al flusso sonoro, che diventa colonna sonora di quello che √® praticamente un documentario, seppur misticheggiante e onirico. A condire il tutto, i soliti contenuti speciali. Tipo musicare quindici minuti di Nanook l’eschimese, film del 1922 di Robert Flaherty. Eccetera.

[Vai all'archivio delle recensioni discografiche]

Post collegati
Nessun post collegato




Virus della mente

Qualcuno √® capitato qui cercando su google “¬†piantine cyberpunk”, davvero. Mi sono chiesto in cosa consista una piantina cyberpunk. Al che sono andato su google e ho cercato anch’io qualcosa sulle piantine cyberpunk. Nessuno dei siti elencati trattava di piantine cyberpunk. Chiss√† cosa penseranno i titolari dei siti sui quali sono capitato (che con le piantine cyberpunk c’entrano tanto quanto me) scoprendo la cosa. Forse si chiederanno cosa sia una piantina cyberpunk. E cercheranno su google. Eccetera, eccetera. All’infinito. Come un virus.¬†Non perpetrate l’infezione: non cercate su google informazioni sulle piantine cyberpunk.¬†(per√≤ a questo punto l’ho ripetuto abbastanza volte: vi baster√† digitare piantine cyberpunk e cliccare su “mi sento fortunato” per finire qui)





Vi fidate degli islamici?

Com’√® che non ho pi√Ļ il canale francese? Adesso¬†al suo posto c’√® un tragicomico TeleSerenissima¬†che, stando alle epiche dichiarazioni dell’omino che occupava lo schermo, ha invaso tutto il Norditalia. Andava¬†in onda un surreale telegiornale che promuoveva il sondaggio d’opinione “¬†Vi fidate degli islamici?” e¬†si¬†compiaceva del risultante¬†90%¬†di¬†NO. E poi altre cose indescrivibili.

Post collegati
Nessun post collegato




Reuters

Torno lunedì, fate i bravi.

Our own correspondant is sorry to tell
Of an uneasy time that all is not well
On the borders there’s movement
In the hills there is trouble
Food is short, crime is double
Prices have risen since the government fell
Casualties increase as the enemy shell
The climate’s unhealthy, flies and rats thrive
And sooner or later the end will arrive
This is your correspondant, running out of tape
Gunfire’s increasing
looting
burning
rape

Post collegati
Nessun post collegato




Calvi & Hobbes

Una storia di cospirazioni e intrighi, una profonda riflessione sulla natura del potere e di quel Leviatano chiamato stato, nelle scoppiettanti avventure di un banchiere morto e del suo filosofo immaginario.  Attendiamo trepidanti. Grazie, pensiero molle !





California √ľber alles

Le Monde di ieri l’altro sostiene:

1) che Terminator III sia stato fortemente voluto da Schwarzenegger esclusivamente per rilanciarlo in vista delle elezioni, e fatto uscire con tempistica adeguata;

2) che tutta la sceneggiatura del film si configura come un mega spottone allegorico volto a convincere i californiani a votarlo.

Quindi in un certo senso il governo-Schwarzenegger √® una sorta di¬†Terminator IV, un immaginario proseguimento del serial. Il film non l’ho visto, quindi non oso pronunciarmi su ci√≤. Comunque questi americani sono troppo avanti: noi al massimo abbiamo avuto¬†Miracolo Italiano, nel 1994, o Il portaborse che anticipava Mani Pulite.

Post collegati




Fake can be just as good

Rimaniamo in tema (il tema, a chi fosse sfuggito, √®: interferenze tra letteratura e realt√†, strategie mediatiche, creazione di situazioni).¬†La¬†fondazione Elia Spallanzani (che su questo tema invero ha il copyright) segnala l’operazione di disseminazione di¬†falsi siti per promuovere il libro¬†Survivor¬†di¬†Chuck¬†Palahniuk, diffondendo come verit√† le invenzioni letterarie dello “scrittore americano preferito dai bloggers italiani”. Non da me, comunque: ma visto che da un po’ ho preso il (brutto) vizio di dare giudizi sulle operazioni situazioniste meta-letterarie invece che sui libri, lascio stare. Noto innanzitutto che l’idea √® banale (ormai √® cosa comune, in particolare per i film, da¬†Blair Witch Project¬†a¬†The Ring), quindi le nego dignit√† estetica. Per√≤ aggiungo una constatazione: Internet sta diventando terreno di contaminazione da parte di allucinazioni collettive (letterarie, ma anche “commerciali”), un mondo parallelo (o un universo di mondi paralleli). Praticamente un’¬†invasione memetica su scala planetaria.





Pages: Prev 1 2 3 ...104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 Next